La Via Valeriana: un antico tracciato che abbracciava e percorreva l'intera Valle Camonica, dal Lago d'Iseo fino a Edolo, dove si biforca. Da una parte prosegue fino all’Aprica, dall’altra invece porta fino al passo del Tonale, collegando la Valle Camonica con la provincia di Sondrio e con il Trentino. Oggi questo itinerario ripercorre l'antica strada, probabilmente realizzata dal generale Gaio Publio Licinio Valeriano che, trovandosi nel 253 d.C. nella Rezia, antica regione che abbracciava parti di Svizzera, Austria, Trentino-Alto Adige e Lombardia, aveva necessità di una via che permettesse un veloce spostamento dall’Italia fino ai bacini del Reno e del Danubio per radunare le truppe romane. Alcuni studiosi ritengono invece che questa strada risalga al periodo medioevale e che il suo nome derivi da “Vallesiana”, cioè "strada di Valle". Riutilizzata nei secoli, divenne nel Medioevo un’importante via di commercio e di trasporto di ferro e pietra estratti dalle montagne della Valle e, successivamente, un passaggio per i pellegrini. Si può percorrere in circa 9 ore di cammino da dividere in una o due tappe. Noi percorreremo solo il primo tratto, circa 6 ore, a mezza costa sulla sponda bresciana del lago di Iseo, fino all’altezza di Marone. Da pochi anni è stata oggetto di un’ottima risistemazione da parte della Comunità Montana locale e oggi costituisce uno splendido percorso di trekking che al momento collega Pilzone (frazione d’Iseo) a Pisogne in circa 24 km con dislivello complessivo di circa 1200 metri. I tratti di strada asfaltata sono brevi e poco trafficati. In caso di difficoltà, è possibile lasciare la Via Valeriana e scendere nei vari paesi in riva al lago e tornare con il treno al punto di partenza. L'itinerario qui proposto percorre appunto il tratto da Pilzone a Marone, passando così accanto alle Piramidi di Zone, un'area naturalistica in cui processi erosivi e chimici hanno formato dei pinnacoli sormontati da massi erratici molto caratteristici, nei pressi dell’abitato di Zone. Tempo e energie permettendo, sarà possibile la deviazione a vedere le Piramidi. Un’ottima segnaletica e i segnavia a doppia “V” giallo-marrone letteralmente impediscono di sbagliare il percorso, infine una nutrita cartellonistica offre all’escursionista notizie storico-artistiche dei borghi e dei monumenti che incontra. Naturalmente la vista del lago d’Iseo e di Montisola ci accompagna per tutto il percorso. Il rientro a Pilzone avverrà in treno in modo da recuperare le auto.

 

Difficoltà: E ma lunga
Partenza: ore 6,30 dalla sede
Tempo complessivo: 6 ore
Dislivello: circa 300 metri
Attrezzatura: normale da montagna
Informazioni: Ruggero 328-2324487
Iscrizioni: entro e non oltre venerdì ore 12,00 per motivi assicurativi (non soci).
Rientro alle macchine lo si effettuerà in treno, purchè si rispettino le tempistiche

News

Lo Zainetto - 2019 news

È disponibile "Lo Zainetto 2019" con la ...

112 Where ARE U - News

App per smartphone per le chiamate d'emergenza. ...

Bivacco malga Monsur

  Il bivacco malga Monsur (chiamata anche ...

Pagina facebook

Pagina facebook ufficiale della sezione Sat di ...

Newsletter

Se ti interessa essere sempre aggiornato sulle ...

GPS e montagna

Informazioni sull'uso del GPS in montagna, ...

Who's Online 

Abbiamo 8 visitatori e nessun utente online

Facebook

Sponsor

Get Socials

Iscriviti alla newsletter

ultime novità della sezione
Template Settings
Select color sample for all parameters
Red Green Blue Gray
Background Color
Text Color
Google Font
Body Font-size
Body Font-family
Scroll to top

Navigando il sito acconsenti all'utilizzo dei Cookie