ALPIEDI Ledro Alps Trek - Trekking Rete di riserve Alpi Ledrensi

alpiedi1

Trekking attraverso la Rete di riserve Alpi Ledrensi alla scoperta di una natura unica. Cinque giorni immersi nella natura, alla scoperta di un ambiente ricco di storia.
Qui le rocce, le piante, gli animali raccontano una storia lunga milioni di anni e nelle loro forme, colori e varietà contengono i segreti del tempo.
Montagne dai molti aspetti dove l'uomo ha cacciato, combattuto, e vissuto modificando nel corso degli anni l'ambiente fino a farne lo splendido paesaggio che oggi conosciamo.
Cinque giorni per godere delle molte bellezze di questa natura e per capire, di fronte a paesaggi mozzafiato, a fiori unici e boschi antichi perché ci stiamo impegnando per proteggerla. Un'avventura in 5 tappe per scoprire la natura suggestiva e selvaggia all'interno della Rete di riserve Alpi Ledrensi, scrigno prezioso di unicità storiche e naturalistiche.

101.1 km, n/a


Lunghezza totale: 101,8 km - Dislivello totale in salita: 5600 m - Dislivello totale in discesa: 5600 m
Difficoltà del sentiero: E escursionistico, EE per escursionisti esperti. Scarsità di acqua nei tratti più in quota

 

italia scarica il libretto in formato PDF (in italiano - 60 Mb) oppure in versione a bassa risoluzione (9 Mb) - licenza CC-BY-NC-SA 4.0

download the book PDF (ingleseEnglish version - 50 Mb) - license CC-BY-NC-SA 4.0

italiainglesegermania scarica la mappa in formato PDF  (50 Mb) - oppure in  versione a bassa risoluzione (6 Mb) - licenza CC-BY-NC 4.0

scarica la MAPPA per GPS in formato

ORUXMAPmappa per Oruxmap (app gratuita per Android)

istruzioni per Osuxmap: dopo aver scaricato il file  in formato .zip , estrare il contenuto e copiare in conenuto  nel percorso ....\oruxmaps\mapfiles\  del vostro smartphone. Aprire Oruxmap e attivare la mappa dal menù "mappa"  e poi  "offline"  (nel caso non sia visibile la mappa prima cliccare su "aggiorna") - manuale Oruxmap

GARMINmappa per Garmin (Custom Maps in formato kmz)

(entrambe le mappe sono state convertite con OkMap e sono liberamente utilizzabili escluso l'uso commerciale: licenza CC-BY-NC 4.0)

 

Foto rilasciate dalla SAT di Storo con licenza CC-BY-SA 4.0 (foto utilizzabili a queste condizioni)

27.1 km, n/a

 

La prima tappa parte da Storo in località "alle Piane" e arriva al passo di Tremalzo e al vicino rifugio Garda dove è previsto il pernottamento. Il percorso attraversa la località di Nar, la località Spessa, raggiunge l’Alpo di Storo e Bondone, per arrivare al passo Caplone, alla malga Tombea, bocca Lorina, cima Fratone, prati di Lavino e infine al rifugio Garda.
Il Percorso è molto lungo, è possibile quindi spezzarlo in due pernottando al bivacco malga Alpo di Storo. Alla annessa malga Alpo di Storo è possibile mangiare (nel periodo di alpeggio, da giugno a settembre, la malga produce formaggi e offre alcuni altri prodotti per una “merenda” di malga).


Tempo di percorrenza: ore 10 (ore 8 partendo dal bivacco Alpo)
Tempo di percorrenza in verso contrario: ore 8
Lunghezza: 27 km
Dislivello in salita: 2000 m
Dislivello in discesa: 700 m
Punti d’appoggio attrezzati: albergo Firi - bivacco malga Alpo (il bivacco dispone di 6 posti letto) - rifugio Garda
Punti d’appoggio non attrezzati lungo il percorso: malga Tombea, malga Lorina
Sentieri: SAT O444 (e con un breve tratto a cima Fratone in cui è presente una scala a pioli)

 

23 km, n/a

 

Dal rifugio Garda si riparte in direzione del paese di Biacesa e del bivacco Arcioni dove è previsto il pernottamento. Questa tappa è quella che forse più risente degli influssi del mite clima del Lago di Garda. Interessante dal punto di vista storico per la presenza del cimitero militare italiano della prima guerra mondiale di passo Nota e dal punto naturalistico in quanto bocca di Casèt è uno dei valichi attraversati dalle migrazioni autunnali.


Tempo di percorrenza: 8 ore circa
Tempo di percorrenza in verso contrario: 10 ore circa
Lunghezza: 23 km
Dislivello in salita: 600 metri
Dislivello in discesa: 1400 metri
Punti d’appoggio attrezzati: rifugio Garda - bivacco Arcioni (la cucina del bivacco è aperta, ma le stanze per dormire sono chiuse. Per usufruire delle stanze si può chiamare De Giacomi Paolo 347 0918603 dell’Associazione Pro San Giovanni di Biacesa oppure il Consorzio turistico della Valle di Ledro 0464 591222)
Punti d’appoggio non attrezzati lungo il percorso: rifugio degli Alpini di passo Nota - bivacco baita B. Segala
Sentieri: rifugio Garda - passo Nota sentiero Antonioli (E)/ passo Nota - Bocca Fortini- passo Guil SAT O421 (E)/ passo Guil
- Leano-Pre SAT O421 (E)/ Pre - bivacco Arcioni SAT O417 (E), O470 (E) e O471 (EE alcuni brevi tratti esposti con cordino,
in alternativa seguire il sentiero SAT O460) e SAT O460 (E).

 

11.4 km, n/a

 

Dal bivacco Arcioni si prosegue verso il panoramico Rifugio Pernici, dove è previsto il pernottamento. In questa tappa si attraversano zone interessanti e ricche dal punto di vista della biodiversità, oltre bocca Giumella, uno dei valichi usati dagli uccelli migratori durante il viaggio verso sud, gli ampi prati in quota offrono uno splendido spettacolo di fioriture, mentre in autunno sono eccezionali le tinte godibili dal rifugio Pernici.


Lunghezza: 11,6 km
Tempo di percorrenza: 5 ore circa
Tempo di percorrenza in verso contrario: ore 4
Dislivello in salita: 1200 metri
Dislivello in discesa: 500 metri
Punti d’appoggio attrezzati: bivacco Arcioni (la cucina del bivacco è aperta, ma le stanze per dormire sono chiuse. Per usufruire delle stanze si può chiamare De Giacomi Paolo 347 0918603 dell’Associazione Pro San Giovanni di Biacesa oppure il Consorzio turistico della Valle di Ledro 0464 591222) - rifugio Pernici
Punti d’appoggio non attrezzati lungo il percorso: malga Giumela
Sentieri: bivacco Arcioni - passo Concolì SAT O417 (E)/ passo Concolì - rifugio Pernici SAT O413 (E)

 

18.4 km, n/a

 

Sulle cime tra rocce e ghiaioni, alla scoperta di piante tenaci e animali audaci che si sono adattati alla vita verticale.
Prestate attenzione lungo il percorso, diversi fossili di un passato marino sono incastonati negli strati rocciosi. Il percorso  dal rifugio Pernici prosegue in direzione del dosso della Torta, quindi cima Cadria (punto più alto dell’intero percorso) e malga Cadria questo tratto è il più impegnativo di tutto il trekking, presenta dei passaggi difficili ed è da affrontare con cautela. Da malga Cadria, si prosegue per la località Pozza e infine per bivacco Campel, dove è previsto il pernottamento.
Sul tratto di sentiero dal rifugio Pernici al monte Cadria passa anche il Sentiero della Pace. Su tutto il percorso non c’è possibilità di rifornimento di acqua, c’è una fontana al bivacco Campel.


Lunghezza: 18,7 km
Tempo di percorrenza: 8 ore circa
Tempo di percorrenza in verso contrario: ore 8
Dislivello in salita: 1300 m;
Dislivello in discesa: 1200 m
Punti d’appoggio attrezzati: rifugio Pernici - malga Casinotto - bivacco Campel (il bivacco dispone di 6 posti letto)
Punti d’appoggio non attrezzati lungo il percorso: malga Cadria
Sentieri: rifugio Pernici - dosso della Torta SAT O420 (E)/ Dosso Torta - cima Cadria SAT O455 (EE)/ cima Cadria - malga Cadria SAT O423 - (EE)/ malga Cadria - Pozza SAT O448 (E)/ Pozza - bivacco Campel SAT O450 (E)

 

21.1 km, n/a

 

Dal bivacco Campel si prosegue in direzione Storo per l’ultima tappa del percorso: una comoda camminata fra sentieri e ampie mulattiere, boschi di faggio e pascoli, lunga ma non troppo impegnativa. Attraversando interessanti località come bocca di Giumella, malga Cap e passo Giovo, bocca di Visì e bocca di Paivel, si transita nelle vicinanze del bivacco malga Monsur, da cui si inizia una lunga discesa fino ad arrivare all’abitato di Storo che ci riporta al punto di partenza dove abbiamo imboccato il sentiero 444 in località alle Piane.


Lunghezza: 21,5 km
Tempo di percorrenza: 8 ore circa
Tempo di percorrenza in verso contrario: ore 10
Dislivello: in salita 500 metri; in discesa 1800 metri
Punti d’appoggio attrezzati: bivacco Campel - bivacco Monsur - albergo Firi
Punti d’appoggio non attrezzati lungo il percorso: malga Cap
Sentieri: bivacco Campel- passo Rango SAT O450 (E)/ passo Rango - monte Stigolo SAT O458 (E)/ monte Stigolo -
bivacco Monsur / bivacco Monsur-Terramonte / Terramonte - Storo SAT O467 (E)

 

 

Tracciati gpx per GPS rilasciati con Licenza ODbL (Open Data Commons Open Database License) - Dati ©: OpenStreetMap contributors - ti invitiamo a collaborare al progetto www.openstreetmap.org
Sei libero di copiare, distribuire, trasmettere e adattare i dati, finché lo attribuisci a OpenStreetMap e ai suoi contributori. Se alteri o ti basi sui dati, puoi distribuire il risultato solo sotto la stessa licenza. Altre informazioni sull'utilizzo di OpenStreetMap in montagna.

Altimetria: SRTM1 - NASA Shuttle Radar Topography Mission (licenza: pubblico dominio) calcolata con GPS Visualizer.

 

 

 Sito ufficiale della rete delle riserve

Who's Online 

Abbiamo 20 visitatori e nessun utente online

Facebook

Sponsor

Sponsor

Get Socials

Iscriviti alla newsletter

ultime novità della sezione
Template Settings
Select color sample for all parameters
Red Green Blue Gray
Background Color
Text Color
Google Font
Body Font-size
Body Font-family
Scroll to top

Navigando il sito acconsenti all'utilizzo dei Cookie